giovedì, dicembre 22

Per fare ancora filò


di Marco Malvezzi.

«Come un bacio che sa di lenzuola, quand’è tardi vieni a fare Filò.
Sediamoci qui tra le balle di fieno e ti prego raccontami di tortuosi sentieri,
che salgono, poi scendono e svoltano, là dove il sole la sera è un barlume di rame.

Lessinia dal corpo odoroso di mugo, pietra silenziosa, pascolo concimato,
spogliata di boschi, generosa di luce.

mercoledì, dicembre 21

Sospesi sul ponte tibetano


tratto da L'Arena del 22/12/2011 articolo scirtto da Vittorio Zambaldo 

Lungo 52 metri e alto 40, correrà sulla Valsorda e sarà la prima realizzazione del genere nel Veneto.
Un sentiero per le cascate sul Rio Paraiso a Breonio.

Il progetto del ponte tibetano della Valsorda diventa realtà

In tempi di crisi, quando la tentazione è di tirare i remi in barca e fare il meno possibile per non rischiare, la Lessinia e il suo Parco e l´area della Valpolicella puntano invece a valorizzare i propri gioielli paesaggistici e naturalistici, convinti che lì ci sia un tesoro ancora da sfruttare.

giovedì, novembre 3

In attesa della neve

Trekking
Da Bocca di Selva a Castelberto passando per Podesteria , i Cordoni e ritorno.

Lunghezza: 15,8 km
Dislivello: m.522
Quota massima: m.1762
Tempo medio di percorrenza: 4h30' circa,  escluse soste



Racconto di EffeArtu

Lunedì 31 ottobre (giornata di "ponte") ci siamo svegliati con una mattinata soleggiata, ben diversa dal giorno precedente in cui l'aveva fatta da padrone una nuvolosità fastidiosa e umida, da autunno nebbioso.
Ed allora ecco l'idea di sfruttare una delle ultime giornate di sole per una passeggiata all'aperto (... anche perchè le previsioni minacciavano pioggie intense da giovedì :-))

Il percorso - Punto di Partenza
Il percorso è oramai quello collaudato in più occasioni, con partenza da Bocca di Selva (si raggiunge prendendo il bivio a destra poco dopo l'ex "Albergo Ai Tracchi" (sede ora del monastero buddista Tempio Nyanasamvara Verona) della strada che conduce da Boscochiesanuova a San Giorgio (8 km circa dopo Bosco).
A Bocca di Selva si può lasciare la macchina, essendovi un grande e comodo parcheggio ed anche un rifugio http://www.rifugioboccadiselva.com (visitare sito per periodo di apertura).

venerdì, ottobre 7

Tele Arena - stasera rubrica Vie Verdi


Piccola nota di servizio. 


Questa sera su Tele Arena nel programma rubrica Vie Verdi di Stefano Cantiero alle ore 21.25 si parlerà di Carega, Cimbri, Giazza e molto altro.

Stefano Cantiero per chi non lo conoscesse è "Quello di Mondo Agricolo! "  come lui ama definirsi
http://www.stefanocantiero.it/ 




 

giovedì, ottobre 6

Ötzi ucciso da una freccia della Lessinia

Vi riporto questa curiosa notizia presente su L'Arena del 5 ottobre.

La mummia del Similaun, l'uomo dei ghiacci, o più semplicemente meglio conosciuto col nome di Ötzi,  è morto colpito alla spalle da una freccia prodotta sui Monti Lessini.

E' quanto stabilito da un geoarcheologo austriaco, Alexander Binsteiner, che ha confrontato la punta di selce con migliaia di altre ritrovate in varie zone d’Europa. 

La punta si trova tuttora nel corpo di Ötzi, il cacciatore ucciso 5000 anni fa sulle alture dei ghiacciai della Val Senales e ritrovato mummificato con i suoi abiti e il suo equipaggiamento, per caso nel 1991 da due coniugi alpinisti tedeschi Erika e Helmut Simon. Binsteiner si è basato infatti esclusivamente sulle immagini della Tac. La punta di selce, di 2,8 centimetri, è stata lavorata - spiega lo scienziato - con una tecnica usata cinque mila anni fa sui Monti Lessini e attribuibile alla cultura di Remedello.

Per una strana coincidenza anche la lama di selce del pugnale di Ötzi proviene da lì.  Secondo Binsteiner, non è però detto che l’omicida sia della zona, visto che oggetti di selce dei Monti Lessini sono stati trovati anche a nord delle Alpi.

Per chi volesse saperne di più su Ötzi vi rimando al sito ufficiale:

martedì, ottobre 4

Tra Castelberto e Malga Foppiano

Trekking

Da Castelberto a Malga Foppiano per il sent 111,  poi per il sent. 180 verso M.ga Revoltel  e rientro a Bivio Catelberto passando per Malga Coe di Ala.


Lunghezza: 12 km
Dislivello: m.441
Quota massima: m.1761
Tempo medio di percorrenza: 3h circa,  escluse soste


Era da un po' che volevo passare da Malga Foppiano, ma ogni volta che consultavo la mappa mi sembrava sempre distante, sperduta e solitaria a nord di Castelberto e che per  raggiungerla ci volesse un sacco di tempo.

Finalmente qualche ora libera è arrivata e così anche l'occasione di passare da quelle parti.

Nonostante a tavolino avessi studiato il giro un po' diversamente da come poi in realtà è stato, con l'intenzione di passare anche per Malga Baragnol ne è uscito comunque  un bellissimo giro ad anello tra la parte più a nord della Lessinia a confine con il comune di Ala.

lunedì, ottobre 3

Altremontagne - edizione 2011

Per presentare l’ottava edizione di Altremontagne non servono molte parole, basta leggere le introduzioni dei film in programma per avere conferma che l’impronta resta quella di sempre: un’alternanza di generi, con occhio attento alla qualità e alla combinazione delle proposte di ogni serata.

Si tratta di tre serate ad ingresso libero che si terranno al Teatro Cinema Stimmate in Piazza Cittadella , dove si  racconteranno le storie di uomini e d'alpinismo sulle montagne del mondo.

Potete scaricare l'intero programma in formato pdf  Altremontagne 2011 - Programma

Mercoledì 2 novembre alle ore 21 si parlerà anche della Lessinia con in programma il documentario

martedì, settembre 27

a Cima Carega

Trekking Trekking
dal Revolto per il rif. Scalorbi e a Cima Carega col sentiero 192, ritorno per Bocchetta Fondi sul sent. 109.



Lunghezza: 16 km
Dislivello: m.807
Quota massima: m.2237
Tempo medio di percorrenza: 6h  escluse soste


Si tratta di un bel itinerario specialmente per lo scenario che si gode nel tratto del ritorno in zona dell'Obante.

L’andata di questo percorso è la via classica per salire a Cima Carega proveniendo dalla Valle di Revolto. Si tratta del sentiero 109 che dal Rifugio Revolto, dove si lascia l’auto,  conduce su facile mulattiera, per non dire che è una vera e propria autostrada anche per l’afflusso di gente che la solca, dapprima al Passo Pertica con il relativo rifugio accanto,  e infine al rifugio Scalorbi.

Dal Scalorbi in poi si può finalmente godere quello che è un po’ lo scenario tipico delle dolomiti, e anche se queste sono nominate solo “Piccole” penso che sarete d’accordo sul fatto che il Carega non ha nulla da invidiare alle altre cime dolomitiche ben più blasonate.

lunedì, settembre 19

Geotaggare utilizzando Geosetter

Geosetter - semplice guida all'utilizzo

Rieccoci nuovamente e bentornati a tutti,
ormai le ferie estive per la stragrande maggioranza di tutti sono terminate, a parte i pochi ancora fortunati,  e come di consueto questo è il periodo in cui si rinfrescano i ricordi cercando di riordinare le varie tracce delle escursioni fatte e sopratutto sistemando la enorme mole di foto scattate durante le vacanze.

In un precedente post (Geotagging, inserire coordinate nelle foto) avevo parlato di geotagging illustrandovi in sostanza di che cosa si trattasse, facendovi una semplice panoramica di alcuni applicativi da utilizzare senza però addentrandomi più di tanto nello specifico.

Alcuni di voi mi hanno chiesto però ulteriori informazioni e se potevo in qualche modo illustrargli un metodo per riuscire facilmente ad inserire le coordinate nelle foto.

Ecco quindi lo scopo di questo post, spero di chiarire il più possibile i dubbi di ognuno e di esporvi il tutto il più semplicemente possibile.

martedì, agosto 23

Al rifugio Scalorbi per la Valle del Diavolo

Trekking Trekking

Dalla Casa Forestale o rifugio Boschetto per il sentiero 276 nella Valle del Diavolo, per Passo Tre Croci al rifugio Scalorbi e ritorno per il Vallone di Campobrun sul sentiero E5.

Lunghezza: 11 km
Dislivello: m.865
Quota massima: m.1897
Tempo medio di percorrenza: 4h escluse soste

Questo itinerario è uno dei miei preferiti per arrivare in zona Scalorbi evitando la monotona e generalmente affollata strada forestale che sale dal rifugio Revolto.

Qui vi descrivo un bellissimo giro ad anello che dalla Casa Forestale o dal vicino rifugio Boschetto, sale la Valle del Diavolo per arrivare al Passo Tre Croci, raggiunge il Rifugio Scalorbi e poi scende per il famoso sentiero E5 che entra nel vallone di Campobrun.

E' un giro ideale per chi non ha il tempo a sufficenza per raggiungere la Cima Carega ma vuole comunque godersi quanto di bello ha da offire questa montagna senza per forza raggiungre la cima e il rifugio Fraccaroli.

Anche in questo caso sveglia mattutina per essere di ritorno ad ora di pranzo, a percorrere l'intero giro si impiega infatti a passo normale 4 ore senza alcuna sosta.

Stavolta, dato che camminare in montagna è bello ma farlo con le persone giuste è ancora meglio, non avevo voglia di andare in solitaria, ma a chi potevo chiedere alle 23 di un venerdì sera se avevan voglia di unirsi al sottoscritto? mumble mumble.. pensa e ripensa ma si , lancio nell'etere solo 2 sms, indirizzati a colpo sicuro ed ecco fatto. Ska, Tania e Frank a formare il gruppo dei fantastici 4 !!

mercoledì, agosto 17

Vajo dell'Anguilla e Vajo dei Modi

Trekking
Dal Ponte dell'Anguillara per il Vajo dell'Anguilla e il Vajo dei Modi e rientro per Malga Vallina di Sotto, Malga Tommasona e Malga Arnezzo.

Lunghezza: 12,7 km
Dislivello: m.588
Quota massima: m.1590
Tempo medio di percorrenza: 3h30m


Bellissimo giro in un angolo della Lessinia dove inizialmente  il bosco la fa decisamente da padrone e primeggia al cospetto dei consueti pascoli d'alpeggio che ritroviamo poi nuovamente presenti più in quota nella via del ritorno. 

L'inizio del percorso avviene al Ponte dell'Anguillara raggiungibile sulla strada che collega Bosco Chiesanuova ad Erbezzo. Prima e dopo il ponte vi sono delle piazzole lato strada dove è possibile parcheggiare l'auto tranquillamente.
Appena parcheggiato si nota subito ben visibile il sentiero che in direzione nord si addentra nel bellissimo e almeno nelle ore mattutine ombreggiato Vajo dell'Anguilla.  

Il vajo attraversa quella che è considerata essere una delle aree più importanti della Lessinia, la Foresta dei Folignani. Quest'ultima assieme alla foresta di Giazza è senza dubbio l'area boschiva più estesa e significativa dell'intera Lessinia. Faggi, abeti rossi e abeti bianchi rappresentano l'habitat ideale di numerose specie di animali e vegetali.

Un percorso che oltre ad immergersi a pieno nella natura più incontaminata, ci fa comprendere grazie alle numerose tabelle didattiche presenti, la formazione del luogo e i vari animali che vi si possono incontrare.

venerdì, agosto 12

Rinasce Malga Porcarina, l'alpeggio più antico della Lessinia

tratto da L'Arena del 12/08/2011 articolo scirtto da Vittorio Zambaldo

E' stata restaurata Malga Porcarina, malga risalente al 1535 che domina il Vajo di Squaranto vicino a San Giorgio.

La costruzione più antica, interamente in pietra, degli alti pascoli della Lessinia è Malga Porcarina, sulla testata del versante orografico sinistro del Vajo di Squaranto, a poche centinaia di metri in linea d'aria da San Giorgio. 

Porta incisa su un architrave la data 1535 e se è giunta intatta fino a noi lo si deve al lavoro e alla cura dei cimbri di Giazza che per secoli, pur nel Comune di Bosco Chiesanuova, l'hanno condotta e conservata. Ancora oggi appartiene per un terzo a Rina Lucchi e a suo marito Pietro Dal Bosco, per un altro terzo ai fratelli Nordera dell'omonima azienda agricola di San Martino Buon Albergo, originari di Giazza, e per l'ultimo terzo ai fratelli Andrea e Gigi Merzari.

giovedì, agosto 11

Nuove Pagine blog e Layout

Avvisi

Comunicazione di servizio per avvisarvi che, se già non ve ne siete accorti, sono state create 3 nuove pagine.
In ordine: 

giovedì, agosto 4

a Podesteria per il Vajo delle Ortiche

Trekking
Da Bocca di Selva per fontana Valdelera, Vajo delle Ortiche e ritorno per sent. 255.



Lunghezza: 9,9 Km
Dislivello: m. 354
Quota massima: m. 1679
Tempo medio di percorrenza: 2h30m/ 3h


E' sabato sera, c'è un bel temporale e penso che sarà un altro weekend che non si riesce ad uscire a fare quattro passi, e non certo per il tempo atmosferico poco favorevole, ma per l'ennesimo impegno domenicale a cui certo non si può dare buca.

Lo zaino è comunque pronto, non si sa mai, controllo per scrupolo le ultime cosette e organizzo un probabile giretto veloce da  fare. E così quando il sabato volge al termine e lascia posto alla domenica mentalmente ho già acquisito l'idea che comunque vada un giro mattutino riuscirò a farlo.

D'altronde l'importante è essere di ritorno per tempo.  E così tra pensarlo e farlo il passo è breve e passa per un semplice squillo di sveglia puntata come ultimamente accade all'alba.

DRIIIN DRIIINNN ! cavolo già le 5:30 , non ho dormito nulla. Si parte e in men che non si dica alle 6:15 sono già a Bocca di Selva con lo zaino in spalle e scarponi ai piedi.

domenica, luglio 31

Il malgaro Angelo

scritto da Marco Malvezzi.

La Malga è ancora aperta, sono le sette di sera. Angelo c’è, la sua vecchia Fiat Tipo è lì, parcheggiata e sporca come sempre.

Busso al portoncino: «Angelo?». «Aaavanti!». Appena dentro sei letteralmente investito da quel miscuglio di odori che ormai conosco bene. E che amo: latte, formaggio, letame, legna che brucia e un lontano sentore di muffa, ma appena appena accennato, non dà fastidio, anzi completa l’insieme.


Un passo avanti e a sinistra c’è la stanza del Filò. Da Angelo è lì che si fa Filò, non più nella stalla. «El se senta zò, lì ghè la carega!». È praticamente un ordine, secco, diretto, senza fronzoli, ma il suo sguardo tradisce la gioia perché sei salito fin lassù per andare a trovarlo.


venerdì, luglio 22

LessiniaGPS by Night

Trekking
Da  Malga Maso per M.ga Arnezzo, M.ga Tommasona e ritorno per Malga Vallina.


Lunghezza: 8,9 Km
Dislivello: m. 308
Quota massima: m. 1484
Tempo medio percorrenza: 2h30m

Finalmente è arrivata la prima occasione che ci ha permesso di conoscerci un po' più da vicino accorciando così le distanze virtuali di internet.
Non lo immaginavo assolutamente quando ho creato l'evento su facebook, inserito un po' senza pensarci e quasi per gioco.

Così quella che pensavo fosse la solita camminatina serale in solitaria o al massimo solo con l'amico SKA,  si è rivelata tutt'altro, creandosi proprio un bel gruppetto.

L'escursione causa anche tempo un po' bizzarro e buio notturno è stata più che altro una passeggiata alla portata di tutti. Nulla di complicato, poco più di 8 km e mezzo il percorso e tutti svolti ad un'andatura molto tranquilla che ci ha permesso di scambiare quattro chiacchere in compagnia e ammirare il paesaggio circostante.

giovedì, luglio 21

Strada di Podestaria, stop alle auto.

tratto da L'Arena del 21/07/2011

Domenica, in occasione del concerto di «Voci e Luci», sarà chiuso il tratto fra Bocca di Selva e Malga Lessinia. Il blocco del traffico è previsto fra le ore 12 e le 18. Garantito il trasporto dei turisti con i «bus navetta».

Lo aveva promesso un anno fa proprio a Podestaria in occasione dello spettacolo «Mostri, miracoli e misteri», messo in scena da Vasco Mirandola e dalla Piccola Bottega Baltazar e adesso mantiene la parola Claudio Melotti, presidente di Comunità montana e Parco della Lessinia: per domenica 24, in occasione del concerto del chitarrista di fama internazionale Antonio Forcione a Malga Gasparine, inserito nel cartellone di «Voci e luci in Lessinia», sarà chiusa la Translessinia, la strada provinciale bianca che collega Bocca di Selva nel Comune di Bosco Chiesanuova, con Malga Lessinia, nel Comune di Erbezzo, attraversando in altura gran parte dell'altopiano centrale. La chiusura sarà dalle ore 12 alle 18 e negli stessi orari sarà garantito un servizio di bus navetta in partenza dai parcheggi di Bocca di Selva e di Malga Lessinia.

mercoledì, luglio 20

Escursioni in compagnia

Avvisi Trekking

Cari amici camminatori e amanti della Lessinia,

se siete alla ricerca di nuovi amici con la vostra stessa passione del camminare e soprattutto di ottima compagnia per le vostre escursioni o se semplicemente vi siete stancati di fare gli orsi solitari , bhe allora il gruppo Escursionisti e ciaspolatori di Verona fa proprio al caso vostro.

Ogni domenica il gruppo programma escursioni sulle colline della Valpolicella  o sulle montagne della Lessinia, del Monte Baldo e del gruppo del Carega (le piccole Dolomiti), il tutto sotto l'occhio vigile ed esperto di Lucio Gelain un grande appassionato della montagna veronese. 

domenica, luglio 17

Erbezzo e dintorni

Trekking
Da Erbezzo per contrada Menegazzi, Strozzi, Arnezzo e ritorno per Malga Maso e contrada Sale.

Lunghezza: 7,2 Km
Dislivello: m. 150
Quota massima: m. 1247
Tempo medio percorrenza: 2h30m / 3h


Vi propongo questa bella passeggiata che l'amico Silvano, che ringrazio, ha fatto qualche giorno fa.
Si tratta di un percorso piacevole e soprattutto adatto a chiunque che porta alla scoperta di alcune tipiche contrade e malghe della Lessinia a pochi passi da Erbezzo.
Il punto di partenza di questa escursione è il centro paese di Erbezzo raggiungibile con la statale che sale dai Bellori o arrivando da Bosco Chiesanuova.


martedì, luglio 12

Mercato estivo, tempi di ingaggi!!!

Avvisi Trekking
E' estate e nel mondo del calcio è tempo di mercato ma nel nostro caso meglio coniare il termine "trekkingmercato" !! 

Come le migliori squadre di calcio posso felicemente comunicare che LessiniaGPS ha raggiunto un accordo e ingaggiato per le prossime stagioni un trekker d'esperienza, instancabile e vero macinatore di kilometri,  Silvano.


venerdì, giugno 24

Voci e luci in Lessinia


VOCI - Un invito ad ascoltare
Sul grande altipiano di prati chiamato Lessinia, dieci artisti e gruppi musicali salgono insieme con il pubblico per dare voce alla quinta edizione del festial musicale Voci e Luci in Lessinia.
 
E LUCI - Un invito a guardare
Ogni luogo racconta una storia, così alcuni degli angoli più suggestivi del Parco Naturale della Lessinia fanno da sfondo ai concerti con le loro storie antiche migliaia e milioni di anni.

IN LESSINIA - Un invito a camminare
Una montagna che si affaccia sulla pianura veneta e che apre lo spazio delle Alpi. Un palcoscenico di dolcissimi pascoli punteggiati da malghe di pietra, di morbidi dossi, di faggete e di boschi profumati.

giovedì, giugno 23

11ª Magnaloppet

Trekking

Torna l'immancabile appuntamento con il più originale itinerario turistico enogastronomico del territorio veronese.

 
Domenica 10 luglio 2011 con partenza alle ore 9,40,  Bosco Chiesanuova sarà teatro ancora una volta di questa meravigliosa manifestazione che richiama tanta gente sui sentieri della Lessinia per trascorrere una giornata all'insegna della natura e del mangiare tipico. 





sabato, giugno 18

Un sentiero rende onore al «papà» della Foresta

tratto da L'Arena del 18/06/2011

SELVA DI PROGNO. Riapre Malga Fraselle di Sotto, affidata in concessione al Cai di Tregnago

Si inaugura il suggestivo itinerario escursionistico che sale da Giazza è percorribile senza difficoltà ed è stato intitolato ad Angelo Borghetti.   

Quest'anno la riapertura di Malga Fraselle di Sotto, in concessione da Veneto Agricoltura alla sezione tregnaghese del Club alpino italiano intitolata ad Ettore Castiglioni, ha un doppio valore per i soci e gli appassionati di escursioni.
 

mercoledì, giugno 8

Montana ed Etrex 10, 20, 30: le novità outdoor di Garmin.

Uscita la nuova serie Montana e annunciati i nuovi Etrex.


Montana 600, 650, 650T


E' sbarcato sul mercato da poche settimane e ha già riscosso pareri favorevoli il nuovissimo gps Montana che promette di adattarsi ad ogni tipo di attività outdoor.

Stefano Viganò, Sales & Marketing Manager della divisione Sport e Outdoor di Garmin Italia ha dichiarato:
«Il GPS Garmin Montana è stato progettato per essere resistente, facile da trasportare e incredibilmente versatile, ideale per chi è in cerca di avventura. Ora possiamo davvero dire di avere un unico dispositivo che soddisfi le esigenze di ogni tipo di attività outdoor, che si tratti di un’escursione in fuoristrada, un' uscita in barca o a piedi anche in città. Il Montana ha la cartografia giusta per ogni luogo in cui ci si trova».

Per riuscirci ecco le principali caretteristiche su cui punta.


giovedì, giugno 2

Lessinia GPS anche su Facebook

Avvisi

Ciao a tutti,
piccola nota di servizio solo per comunicarvi che da qualche giorno Lessinia GPS è  anche su facebook .


Chi vuole da ora in poi può seguire il blog anche attraverso il noto social network, così senza dover per forza di cose visitare il sito potete trovare tutte le info anche  in questo ulteriore spazio.

Ci si incontra quindi anche su facebook e se volete iscrivervi il gruppo è ovviamente Lessinia GPS

Ciao a tutti.

lunedì, aprile 25

Gaibana, Cima Trappola , Malera

Trekking
Da San Giorgio per Bocca Gaibana, Castel Gaibana, Cima Trappola e ritorno per il Malera.

Lunghezza: 10,3 Km
Dislivello: m. 372
Ascesa accumulata: m. 445
Quota massima: m. 1865
Tempo medio percorrenza: 3h 30m


Altra bella escursione mattutina e ancora una volta in solitaria.

Sebbene stavolta le intenzioni c'erano tutte per riuscire ad organizzare qualcosa assieme ad amici del blog, le previsioni del meteo ci hanno messo un attimo in difficoltà, aggiungiamoci esigenze d'orari varie ed ecco così che tutti i programmi fatti il giorno prima, se ne sono svaniti velocemente come quel flebile raggio di sole di stamattina

Sveglia all'alba come sempre, ormai è un'abitudine,  arrivo a San Giorgio alle 6:20 ovviamente senza alcuna anima viva.
Il tempo seppur coperto sembra dare una tregua, le previsioni però anunciano dalle 8:00 in poi  che dovrebbe arrivare una pioggerella debole. Speriamo di no, camminare sotto l'acqua non da fastidio ma sicuramente non è quello che uno si aspetta da un'escursione.


martedì, aprile 19

Cima L'Aguz e i camosci

Trekking

Da Bocca di Selva  per rif. Podesteria fino a Cima L'Aguz. Ritorno per cima Mezzogiorno e M.te Tomba.

Lunghezza: 13,8 Km
Dislivello: m. 192
Ascesa accumulata: m. 414
Quota massima: m. 1719
Tempo medio percorrenza: 3h 30m / 4 h


Finalmente domenica dopo tanto tempo sono riuscito a reinfilarmi gli scarponi  e farmi  un giretto di qualche ora. 

Ho deciso di svegliarmi presto in modo di essere già di ritorno quando generalmente il più della gente arriva in  Lessinia.

E così infatti è stato , quando sono tornato al parcheggio a Bocca di Selva alle 9:30 circa , ecco che incrociavo i primi trekker mattutini,  ed è stato troppo divertente vedere le loro facce stupite che mi vedevano già di ritorno. Ma le mie belle 3 ore e più di camminata le avevo già fatte, e mi sono goduto il giretto in perfetta solitaria tra marmotte e camosci.


sabato, aprile 9

EDGE 800 e mappe JNX: SI..PUÒ..FARE!


Anche se il titolo ricorda uno dei  tormentoni  del film Frankenstein Jr  in realtà dovrei  citare un altro film , la Famiglia Adams.   
Oggi direte che  sono impazzito, ma il fatto è che la dritta e la segnalazione di quanto contenuto nel post mi è arrivata proprio da  Fester,  frequentatore  di  mtb-forum.it , che ringrazio.

Quando ho parlato di mappe jnx homemade le ho sempre e solo associate ai gps più orientati ad un uso outdoor (Dakota, Colorado, 62 e Oregon) dimenticandomi però che anche il top  Garmin nella gamma ciclismo, l’ Edge 800 è abilitato alla visualizzazione delle mappe Birdseye.

martedì, marzo 22

Mappe JNX free - parte II



Dopo l’uscita dei nuovi firmware (al momento in versione beta) per i modelli Oregon, Dakota, Gpsmap 62/78 che vanno ad apportare interessanti modifiche per la gestione nel gps delle mappe jnx Birdseye, è doveroso integrare il precedente articolo Mappe JNX Free con le ultime novità a riguardo.

Le nuove versioni infatti oltre ad incrementare da 200 a 250 il numero massimo dei jnx caricabili, permettono soprattutto di andarli ad attivare/disattivare singolarmente o di gestirli per gruppi di mappe. 
La patch di sblocco jnx precedentemente ideata è stata studiata sui vecchi firmware ed è incompatibile con le nuove versioni, è utilizzabile quindi per il Dakota solo fino alla versione 3.82, per l’Oregon fino alla 4.12 e per il Gpsmap 62/78 fino alla 2.92.


lunedì, marzo 14

Mappe JNX con MAPC2MAPC


Come creare una mappa JNX delle nostre cartine.

Buongiorno a tutti,  visto il successo del precedente post  dove si spiegava come creare mappe Birdseye con le immagini satellitare di Google Earth ,  ora vediamo come poterci creare delle altre custom maps sempre in formato JNX ma usando le nostre mappe scansionate.

Possiamo fare tutto utilizzando solamente Mapc2Mapc Net scaricabile qui.

giovedì, marzo 10

Lessinia tour, la bici fa turismo


tratto da L'Arena del 10/03/2011

Stasera a Soave sarà presentato il progetto dedicato alle mountain bike. Avviato solo due anni fa ha già bruciato le tappe portando quasi 20mila bikers di tutta Italia.

La Lessinia è terreno ideale per gli amanti della mountain bike.

lunedì, febbraio 28

Ciaspolata a Cima Trappola

Trekking
Da San Giorgio verso Malga Malera, Cima Trappola e ritorno per il Vallon.

Lunghezza: 6,8 Km
Dislivello: m. 374
Quota massima: m. 1866
Tempo medio percorrenza: 4h 45m.

Un'altra "breathtaking excursion", così la chiama Franco che ha seguito il mio consiglio e ha deciso di  fare questo itinerario anche assieme a suo figlio.
Escursione bellissima, lontana solo qualche decina di minuti da Verona da fare sia d'inverno con le ciaspole che d'estate.

martedì, febbraio 22

Bocca di Selva, Folignani , Podesteria con le ciaspole

Trekking
Da Bocca di Selva , per malghe Folignani, Vajo delle Ortiche,  rif. Podesteria e ritorno per Monte Tomba.

Lunghezza: 10,5 Km
Dislivello: m. 321
Quota massima: m. 1707
Tempo medio percorrenza: 5h 30m  con abbondanti pause.
 

Per fortuna c'è chi in questo periodo cammina anche per me, Grazie SKA e complimenti per il bellissimo giro! Ti  invidio non troppo vedendo le foto che mi hai mandato!!!!

Ecco il  suo racconto:

Siamo partiti in 5 da Bocca di Selva, e già all’inizio si è intuito che la giornata sarebbe stata impegnativa. 
La strada infatti per arrivare a Bocca di Selva era già ricoperta di neve e in alcuni punti la macchina scivolava, dopo un po’ siamo riusciti finalmente ad arrivare comunque al parcheggio. (Abbiamo dovuto pagare ben 2€ per parcheggiare…no comment).

giovedì, febbraio 17

Mappe JNX con MOBAC

Come creare una mappa JNX con le ortofoto di Google Earth.


In molti dopo aver letto il precedente post dove si  parlava dello sblocco delle mappe JNX di Birdseye (chi lo avesse perso lo trova qui ) ,  mi hanno scritto chiedendomi  se potevo  spiegargli una procedura semplice che gli permettesse di  creare una mappa  Birdseye personale.

Allora accolgo l’invito e vi mostro un semplicissimo metodo,  dove non occorre diventare matti  con programmi vari o scervellarsi fino alla fusione, ma basta seguire queste semplicissime istruzioni.

lunedì, febbraio 14

Corno d'Aquilio II, il "mostro" e l'abisso.

Trekking

Parcheggio in prossimità di Contrada Tommasi, in direzione nord ovest per il sentiero 250, Spluga della Preta, cima Corno d'Aquilio e ritorno per Pealda Bassa.


Lunghezza: 8,2 Km
Dislivello: m. 405
Quota massima: m. 1538
Tempo medio percorrenza: 3h 30m


Ringrazio l'amico Franco che ha voluto condividere col blog una delle sue ultime camminate  fatte , accompagnato dal suo nuovo acquisto Oregon 450,  per il quale tanto mi tormenta per capirne il suo funzionamento !! Eh Eh !! battute a parte lo ringrazio ancora per aver messo a disposizione di tutti la sua escursione.

Il suo racconto:

martedì, febbraio 8

Mappe JNX free !


Crackato il formato JNX di Birdseye.

Dopo circa un anno dall'uscita di Birdseye, il servizio in abbonamento per lo scaricamento delle immagini satellitari dai server Garmin, ecco una buona e tanto attesa notizia per gli amanti delle mappe raster: le mappe JNX sono state finalmente decodificate!! 

Le informazioni di questo post sono state reperite al seguente indirizzo: 
http://whiter.brinkster.net/en/JNX.html  
mentre essendo la ricerca ancora in fase di studio vi rimando al post ufficiale dove potete tenere monitorata la situazione: 
Garmin jnx file format hacking (richiede la registrazione).

Ma partiamo con ordine.

lunedì, gennaio 31

Lessinia: A piedi sulle piste da sci , rispettate la segnaletica !


tratto da L'Arena del 29/01/2011

L'assalto degli escursionisti della domenica crea problemi.

«La stagione è ancora lunga e anche se le belle giornate richiamano la primavera, in Lessinia si scia ancora», ricorda Beppino Massella, presidente di Lessinia Turistsport, la società a capitale misto pubblico e privato che ha in gestione dalla Comunità montana della Lessinia le piste di fondo della Translessinia, da Malga San Giorgio a Passo Fittanze. 
Il tracciato si è ridotto dai 50 chilometri battuti prima di Natale a 35, a causa delle piogge e delle temperature elevate delle scorse settimane, ma resta pur sempre un itinerario ragguardevole.

martedì, gennaio 25

Geotagging, inserire coordinate nelle foto.


Dove è stata scattata questa foto?

Tutti sappiamo che i files delle immagini prodotte dalle fotocamere digitali contengono oltre ovviamente ai dati dell’immagine stessa, anche molte altre informazioni, dal modello della fotocamera utilizzata, data e ora dello scatto, alle impostazioni del diaframma, il tempo di esposizione, se era in uso il flash o meno, dati ISO etc etc..

Tutti questi dati sono contenuti nei cosiddetti  Tag Exif  dove exif sta per “EXchangeable Image File format”, una specifica per il formato di file immagine utilizzato dalle fotocamere digitali. La specifica utilizza i formati esistenti JPEG, TIFF Rev. 6.0, e RIFF, con l'aggiunta di specifiche etichette di metadati detti appunto tag.

venerdì, gennaio 21

A caccia di tracce



Si  lo devo ammettere,  il titolo inganna,  ma questa volta file track , gpx , waypoint e chi più ne ha più ne metta non c’entrano proprio nulla,  ma sempre di tracce si tratta, ovvero le tracce animali! 

Camminare, oltre ad essere una sana attività fisica,  è soprattutto la possibilità di vivere in mezzo alla natura, di cogliere le sue bellezze e goderle con l’intento di ammirare tutto ciò che essa ci offre,  quindi per una volta il gps le  lasciamo da parte perchè oggi seguiremo altre "piste".


lunedì, gennaio 17

Premio Biasin 2010 e MontagnaAmica


Vi segnalo che stasera presso l'auditorum della Gran Guardia in piazza Bra a Verona, si terrà la consegna del Premio Biasin 2010 , con ospite d'onore il fortissimo scalatore tedesco Stefan Glowacz, che presenterà anche il video "Alla fine del mondo". 

Durante la serata verrà quindi consegnato il "PREMIO BIASIN 2010" a Valentino Sega. 

E' un'occasione da non perdere per gli amanti dell'alpinismo e della roccia, visto che Glowacz è uno dei più forti esponenti di queste due discipline.


All'interno verrà presentato anche il progetto di prevenzione e sicurezza “Montagna Amica”, l'iniziativa che ha preso il via all’inizio del mese di dicembre e durerà fino al mese di febbraio 2011, ha come obiettivo di sensibilizzare gli amanti della montagna per prevenire  il rischio di valanghe ed evitare infortuni sulla neve.



Durante l'incontro vengono fornite informazini dei comportamenti da evitare che spesso mettono in pericolo la vita propria e quella altrui.
Sono infatti troppi gli incidenti da valanga, che non sono una fatalità ma eventi provocati.



La serata, organizzata dai Gruppi alpinistici Veronesi, dal Cai di Verona, Battisti e Legnago, inizierà alle 20 e l'ingresso è gratuito.


venerdì, gennaio 7

a Malga Lessinia con la neve

Trekking

Parcheggio in prossimità di Malga Derocchetto e camminata fino a Malga Lessinia e poi ritorno per la stessa via dell'andata.

Lunghezza: 7,6 Km
Dislivello: m. 211
Quota massima: m. 1620
Tempo medio percorrenza: 3h

Questa è una classica passeggiata da fare anche per chi ha pochissimo tempo o fino all’ultimo non si è pianificato alcuna scampinata.
Anche stavolta l’escursione è nata proprio all’ultimo minuto,  più che altro per staccare la testa dalla quotidianità e il desiderio di mangiare a pranzo dei gnocchi di malga affogati nel burro! Come se i bagordi delle feste di Natale non fossero stati sufficienti!! eheh!! 
Quindi ...il tempo di lasciare con rammarico dai nonni chi comanda casa da 11 mesi  (è ancora piccola e fa troppo freddo per lei) e infilare le ciaspole in macchina e via!  Si parte!!

domenica, gennaio 2

Bocca di Selva, Podesteria con le ciaspole

Trekking
Partenza da Bocca di Selva, passando per Monte Tomba fino a Podesteria e rientro poi a Bocca di Selva.

Lunghezza: 8,6 Km
Dislivello: m. 187
Quota massima: m. 1709
Tempo medio percorrenza: 3h 

Arieccoci nuovamente qua!! dopo un periodo di assenza forzata dal blog vi propongo un itinerario che ha fatto qualche giorno fa il mio amico SKA.  
Lo ringrazio pubblicamente dato che ha deciso di condividere sul blog la sua prima ciaspolata della stagione.

Il suo racconto:

Siamo partiti sabato pomeriggio alle 14.30 da Bocca di Selva, dove abbiamo noleggiato anche le ciaspole al prezzo di 6€ (con i bastoncini 7.5 €).